Il SIMUS nella Rete italiana dei Musei universitari


I servizi educativi del SIMUS


I musei del SIMUS

MuseoFAm edizione 2018: il calendario degli appuntamenti

Dopo il successo delle passate edizioni, i musei universitari ripropongono anche per il 2018 MuseoFAm, il progetto del SIMUS rivolto alle famiglie ed al pubblico non scolastico. 7 gli appuntamenti previsti che, da qui a maggio, vedranno nonni, genitori e figli cimentarsi con telescopi, fossili,  modelli di DNA e  strane apparecchiature per scoprire il bello della scienza attraverso laboratori, giochi e piccoli esperimenti.

Di seguito il calendario completo:

  • 26 gennaio e 23 febbraio 2018  ore 18.00 – 20.00 – Una Luna…. Familiare! Osservatorio Astronomico dell’Università di Siena, Via Roma, 55 Siena. Riproposto a grande richiesta per una serata alla scoperta del nostro satellite e dell’Osservatorio Astronomico dell’Università di Siena. Sarà possibile infatti visitare la cupola dell’osservatorio, apprendere l’uso degli strumenti e riprendere immagini astronomiche. E, a comandare il telescopio… saranno proprio i bambini!! L’attività è riservata alle famiglie con bimbi di almeno 3 anni ed è a numero chiuso con 60  posti disponibili. I partecipanti al primo appuntamento dovranno prenotarsi obbligatoriamente a questo link entro il 25 gennaio; i partecipanti all’evento del 23 febbraio a quest’altro a partire dal 16/2.  Maggiori info qui.

 

  • 24 febbraio 2018, ore 10.00 – 12.00 – Origami scientifici. Museo di Strumentaria Medica in collaborazione con il Dipartimento di Biotecnologie, Chimica e Farmacia, Via Aldo Moro, 2 Siena. Un racconto sul DNA, sulla sua scoperta e sui modi in cui è stato rappresentato accompagnerà i bambini e i loro genitori nella costruzione di un DNA di carta attraverso la tecnica degli origami. Di carta inoltre costruiremo anche virus e batteri , rendendo divertente la comprensione della loro natura. L’attività è riservata alle famiglie con bimbi di almeno 8 anni ed è a numero chiuso con 15  posti disponibili. Prenotazione obbligatoria a questo link a partire dal 16 febbraio. 

 

  • 6 e 20 aprile 2018, ore 15.00 – 20.00 – Un’esplorazione colorata del mondo. Collezioni degli Strumenti di Fisica, Via Roma, 56 – Siena. I partecipanti scopriranno che il colore è un tratto essenziale della luce e che separare e riconoscere i colori che la compongono ci consente di capire fenomeni naturali che ci circondano: dall’arcobaleno al colore delle ali delle farfalle, dal colore del mare a quello del cielo, dalle aurore polari all’espansione dell’universo. L’evento, riservato alle famiglie con bimbi di almeno 8 anni, è a numero chiuso (42 posti disponibili) e si svolgerà in 7 turni di 40 minuti con 6 partecipanti per volta. I partecipanti al primo appuntamento dovranno prenotarsi obbligatoriamente a questo link a partire dal 30 marzo 2018; i partecipanti all’evento del 20 aprile a quest’altro a partire dal 13 aprile.

 

  • 10 maggio 2018, ore 16.00 – 19.00 – Cercatori di Fossili. Come diventare un paleontologo. Museo di scienze della Terra, Via Laterina, 8 Siena. Per un pomeriggio alla scoperta dell’affascinante mondo dei fossili attraverso il gioco per basato su tematiche paleontologiche, con successivo coinvolgimento e partecipazione degli adulti. Verrà fatta una simulazione di uno scavo e una guida ragionata alla classificazione del materiale rinvenuto. Si potranno maneggiare i fossili e imparare a distinguere le categorie principali. A ciò verrà accostata una visita lungo il percorso delle collezioni conservate ed esposte nelle vetrine del Museo, seguendo la linea del tempo e dell’evoluzione. L’attività è riservata alle famiglie con bimbi di almeno 8 anni ed è a numero chiuso con 12 posti disponibili (12 bambini più relative famiglie). Prenotazione obbligatoria a questo link a partire dal 3 maggio. 

 

  • 18 maggio 2018, ore 15.00 – 17.00 – Cerco, annuso, tocco: fiori e foglie nello zaino!! Museo Botanico, Via Mattioli, 4 Siena. I partecipanti andranno alla scoperta del mondo vegetale passeggiando e raccogliendo materiale nella scuola dell’Orto Botanico. I Fiori e le foglie saranno lo spunto per creare oggetti e storie!! L’attività è riservata alle famiglie con bimbi di età compresa tra e 4 e i 7 anni ed è a numero chiuso con 8 posti disponibili (8 bambini più relative famiglie). Prenotazione obbligatoria a questo link a partire dall’11 maggio. 

 

MuseoFAm è rivolto alle famiglie ed al pubblico non scolastico, mira al coinvolgimento di nonni, genitori e figli con lo scopo di scoprire il bello della scienza attraverso giochi e piccoli esperimenti.

 

 

Torna MuseoFAm con “Una Luna…. Familiare” – venerdì 26 gennaio ore 18.00

Venerdì 26 gennaio 2018 e venerdì 23 febbraio, dalle 18.00 alle 20.00  presso l’Osservatorio Astronomico dell’Università di Siena, Via Roma 56 Siena, riproporremo a grande richiesta  Una Luna …Familiare! l’appuntamento di astronomia per i più piccoli alla scoperta del nostro satellite e dell’Osservatorio Astronomico dell’Università di Siena. Sarà possibile infatti visitare la cupola dell’osservatorio, apprendere l’uso degli strumenti e riprendere immagini astronomiche. E, a comandare il telescopio… saranno proprio i bambini!!

L’attività è riservata alle famiglie con bimbi di almeno 3 anni ed è a numero chiuso con 60  posti disponibili. I partecipanti al primo appuntamento dovranno prenotarsi obbligatoriamente a questo link entro il 25 gennaio; i partecipanti all’evento del 23 febbraio a quest’altro a partire dal 16/2.

L’Osservatorio Astronomico si trova all’interno del Complesso Universitario di Porta Romana (ex ospedale psichiatrico), con accesso pedonale o in auto da Via Roma 56: una volta superato il cancello di ingresso dell’ex Ospedale Psichiatrico è sufficiente proseguire verso le ex lavanderie, in direzione Orto dei Pecci, e parcheggiare nel piazzale situato nei pressi del cancello di ingresso all’Orto. Il punto di accesso è indicato dalla fine del percorso (i puntini blu) riportato in questa piantina.

MuseoFAm è rivolto alle famiglie ed al pubblico non scolastico, mira al coinvolgimento di nonni, genitori e figli con lo scopo di scoprire il bello della scienza attraverso giochi e piccoli esperimenti.

Seguici anche su su Facebook!

 

MuseoStud 2018 – Il calendario degli appuntamenti

Grazie ad un accordo tra SIMUS e DSU Toscana, parte il prossimo 14 febbraio un ciclo di visite guidate rivolte agli studenti degli Atenei toscani con lo scopo di far conoscere il patrimonio storico, artistico e scientifico senese attraverso le Collezioni dei musei universitari, anche in un’ottica di orientamento alle lauree magistrali e ai corsi post laurea. 16 gli appuntamenti che da febbraio a fine anno vedono coinvolti 7 musei universitari.

Le modalità di adesione ai vari eventi saranno comunicate a breve, sempre su questa pagina.

 

Calendario:

 

luogo e data Museo nome attività  n. max partecipanti
14 febbraio

18.00 – 20.00

Osservatorio Astronomico La Nebulosa di Orione… Vi farà innamorare! 60
6 marzo

15.00 – 17.00

Museo di Scienze della Terra Un pomeriggio con i minerali, sconosciuti ma a noi molto vicini 15
14 marzo

14.00 – 17.00

Museo di Scienze della Terra Conoscere le ossa degli animali 6
6 aprile

9.30 – 11.00

Museo Anatomico Visita guidata al Museo Anatomico L. Comparini 15
10 aprile

16.00 – 17.30

Archivio e Percorso Storico Il Palazzo del Rettorato e l’Archivio storico dell’Università 15
12 aprile

15.00 18.00

Museo di Scienze della Terra Dal piccolo all’infinitamente piccolo 15
18 aprile

14.30 – 17.30

Museo di Scienze della Terra Antichi “coldcases” risolti attraverso lo studio delle ossa umane. 15
8 maggio

16.00 – 17.30

Archivio e Percorso Storico Il Palazzo del Rettorato e l’Archivio storico dell’Università 15
25 maggio

15.00 – 20.00

Collezioni degli Strumenti di Fisica Un’esplorazione colorata del mondo 42 (6 partecipanti per 7 turni da 40 minuti)
29 maggio

9.30 – 11.00

Museo Anatomico Visita guidata al Museo Anatomico L. Comparini 15
5 giugno

10.00 – 12.00

Museo Botanico La botanica ieri e oggi!! 15
23 ottobre

16.00 – 17.30

Archivio e Percorso Storico Il Palazzo del Rettorato e l’Archivio storico dell’Università 15
20 novembre

16.00 – 17.30

Archivio e Percorso Storico Il Palazzo del Rettorato e l’Archivio storico dell’Università 15
30 novembre

ore 17.00

Museo di Strumentaria Medica Voci dalla Maddalena 25
dicembre

(data da definire)

15.00 – 20.00

Collezioni degli Strumenti di Fisica Un’esplorazione colorata del mondo 42 (6 partecipanti per 7 turni da 40 minuti)

 

Prorogata fino al 30 marzo la mostra Ars Botanica che in parte si rinnova

Prorogata al 30 marzo 2018 la mostra “Ars Botanica. Viaggio nel verde della Toscana centro-meridionale” allestita all’Accademia dei Fisiocritici (Piazza S. Gigli, 2 – Siena) a ingresso gratuito dalle 9 alle 14 dal lunedì al venerdì eccetto i festivi.

130 i disegni esposti eseguiti con minuziosa precisione dall’appassionato naturalista senese Sergio Casini che per 35 anni ha lavorato all’Orto Botanico dell’Università di Siena: per il periodo gennaio-marzo la mostra in parte si rinnova con una trentina di nuovi disegni selezionati fra i 799 realizzati da Casini. Cinque gli ambienti vegetali raffigurati: le fasce montana, submontana, collinare e costiera e gli ambienti antropizzati nei quali la vegetazione convive con l’uomo. Incluso anche un percorso per ipovedenti e non vedenti che potranno toccare e annusare alcune piante. L’iniziativa, resa possibile dalla collaborazione tra Simus – Sistema museale universitario senese, Comune di Siena e Accademia dei Fisiocritici, fa parte del progetto della Regione Toscana “Musei di qualità al servizio dei visitatori e delle comunità locali 2017-2018” teso alla realizzazione di percorsi espositivi e didattici all’insegna dell’accessibilità universale.

Corso di Formazione per operatori di orti botanici, zoo, musei scientifici, acquari e aree protette: Siena 22-23 gennaio 2018

Fico degli Ottentotti – Carpobrotus acinaciformis

Il 22 e 23 gennaio 2018 l’Università di Siena, presso il Plesso Didattico Pian de’ Mantellini, ospiterà un Corso di Formazione rivolto ai cittadini e a tutte le figure coinvolte direttamente o indirettamente nella gestione delle specie aliene invasive: dal personale delle pubbliche amministrazioni, delle aree naturali protette, degli zoo, degli orti botanici e dei musei scientifici a professionisti quali veterinari, biologi, pianificatori del paesaggio, forestali, agronomi e così via; dal mondo venatorio e della pesca sportiva al mondo del commercio di animali da compagnia, piante e sementi. per operatori di orti botanici, zoo, musei scientifici, acquari e aree protette.

Le specie aliene invasive o IAS sono responsabili della perdita di biodiversità al pari della distruzione degli habitat, minacciano l’esistenza di moltissime specie autoctone e alterano profondamente gli ecosistemi (ivi inclusi i servizi ecosistemici, che sono fondamentali per tutta la società). L’impatto sociale ed economico delle specie aliene invasive è stimato in oltre 12 miliardi di euro ogni anno nella sola Unione europea. Delle 12.000 specie aliene segnalate oggi in Europa, più di 3.000 sono presenti in Italia, di cui oltre il 15% sono invasive.

LIFE ASAP (Alien Species Awareness Program, LIFE15 GIE/IT/001039) è un progetto di formazione, informazione e comunicazione che ha lo scopo di ridurre il tasso di introduzione di specie aliene invasive e contenerne gli impatti sul territorio italiano attraverso l’aumento della consapevolezza dei rischi legati alle invasioni biologiche, l’adozione di comportamenti responsabili e di una corretta ed efficace attuazione del Regolamento Eu 1143/14 da parte dei soggetti istituzionali che ne sono responsabili.

Il progetto, cofinanziato dalla Commissione Europea attraverso il programma LIFE, è promosso da Ispra – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale in collaborazione con Legambiente, Federparchi, Regione Lazio, Università di Cagliari, Nemo S.r.l e Unicity S.r.l; altri soggetti cofinanziatori sono il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e quattro parchi nazionali: il Parco Nazionale del Gran Paradiso, il Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano, il Parco Nazionale dell’Appennino Lucano, Val d’Agri e Lagonegrese, il Parco Nazionale dell’Aspromonte.

Organizzazione a cura del Museo Botanico (Orto Botanico e Herbarium) – Dipartimento di Scienze della Vita – Università di Siena.

Il programma del Corso.

Per iscrizioni e informazioni scrivere a: nemo.lifeasap@gmail.com

Corso di formazione in Catalogazione dei beni culturali secondo il sistema informativo SIGECWEB

 

Il corso, organizzato dall’Università di Siena e dall’Istituto Centrale del Catalogo e della Documentazione (ICCD), offre ai partecipanti una conoscenza di base della disciplina catalografica. In particolare approfondisce gli strumenti necessari alla catalogazione informatica dei beni culturali su piattaforma Sigecweb, secondo normative e standard dettati dall’ ICCD.

Le lezioni prevedono una introduzione sull’uso e la gestione del Sigecweb e quindi un approfondimento, anche attraverso specifiche esercitazioni, sulle normative delle schede catalografiche PST (Patrimonio Scientifico e Tecnologico), D (Disegni) e F (fotografie).

 

Il corso si svolgerà in due moduli (giovedì e venerdì) per un totale di 28 ore, presso l’Università di Siena.

Il calendario è ancora in fase di definizione ma molto realisticamente le lezioni dovrebbero tenersi nei giorni 25 e 26 gennaio e 15 e 16 febbraio 2018.  

I docenti operano presso l’Istituto Centrale del Catalogo e della Documentazione (ICCD) e l’Università di Siena e in parte sono professioniste esterne con provata esperienza nell’utilizzo del sistema di catalogazione Sigecweb.

Il termine ultimo per l’invio delle domande di ammissione è fissato al giorno 8 gennaio 2018.

Ulteriori informazioni (bando, costi, ecc.) sono reperibili a questa pagina.

Spazi e storie invisibili #2: Molino del San Niccolò – 6 dicembre 2017 ore 15.00

Nell’ambito di Spazi e storie invisibili, un progetto del SIMUS con il quale la nostra Università restituisce alla propria comunità e alla cittadinanza spazi chiusi dei quali si è dimenticata l’originaria destinazione o si è persa la memoria, il 6 dicembre, dalle 15.00 alle 17.00, presso il Complesso didattico San Niccolò, presentiamo il Molino dell’ex Ospedale Psichiatrico San Niccolò, esempio di archeologia industriale perfettamente conservato.

L’iniziativa è ricompresa nella Giornata inaugurale della Memoria dei 200 anni del San Niccolò.

 

Intervengono:

Maria Luisa Valacchi, Davide Orsini, Stefano Aurigi con “Dal grano al pane. Il molino agricolo a cilindri del San Niccolò”.
Antonio Monte, CNR-IBAM, Associazione italiana per il patrimonio archeologico industriale.

A seguire, visita all’impianto molitorio e aperitivo all’Orto de’ Pecci, colonia agricola del San Niccolò.

 

Scarica il pieghevole

Homo sapiens e preistoria cognitiva. Un dialogo tra archeologia e neuroscienze

Nell’ambito di Pianeta Galileo – iniziativa del Consiglio regionale della Toscana per la divulgazione della cultura scientifica – segnaliamo l’iniziativa “Homo sapiens e preistoria cognitiva. Un dialogo tra archeologia e neuroscienze”, che si terrà nell’Aula Magna del Rettorato dell’Ateneo di Siena mercoledì 28 novembre alle ore 10,30.

Interverranno:

  • Fabio Macciardi, professore di Molecular Psychiatry presso l’Università della California – Irvine (USA) e professore di Genetica medica all’Università di Milano
  • Fabio Martini, professore di Archeologia preistorica presso l’università di Firenze

Un genetista e un archeologo dialogano sulle possibilità offerte dalle più moderne metodologie di antropologia molecolare, utilizzate per la ricostruzione del profilo genetico e comportamentale delle popolazioni preistoriche. Al centro del confronto saranno gli studi, attualmente in corso, sul profilo genetico di un giovane di 11-12 anni, sepolto 17.000 anni fa nella Grotta del Romito in Calabria. Un ricco corredo funerario suggerisce che si tratta di personaggio di una certa importanza all’interno della sua comunità.
Lo studio del DNA e della morfologia cerebrale consentono di ricavare informazioni eccezionali e di ricostruire la storia di questo giovane cacciatore-raccoglitore paleolitico.
Di particolare interesse il fatto che siamo di fronte a uno dei pochi genomi preistorici ricostruito quasi integralmente grazie all’ottima conservazione e alle tecniche ormai raffinate di analisi.

Locandina

Volume “Orti Botanici, Eccellenze italiane” disponibile anche on line

E’ ora possibile scaricare l’intero volume del libro “Orti Botanici, Eccellenze italiane” a cura di Marina Clauser e Pietro Pavone. Il volume illustra il mondo dei giardini botanici italiani: un patrimonio storico ma in continua trasformazione, diversificato e complesso, solitamente conosciuto e visitato da addetti ai lavori, appassionati di botanica e studenti, ma in realtà rivolto a un’ampia platea di possibili fruitori ai quali può riservare inaspettate e straordinarie sorprese. Clicca qui per il download del libro intero.

23 ottobre – 29 dicembre 2017 – Mostra “Ars Botanica: viaggio nel verde della Toscana centro-meridionale”

Il 23 ottobre, alle ore 17.00, presso l’Aula magna dell’Accademia dei Fisiocritici, verrà inaugurata la mostra “Ars Botanica: viaggio nel verde della Toscana centro-meridionale”.

La mostra proporrà, con un approccio divulgativo, i disegni botanici sulla flora toscana realizzati da Sergio Casini, che ha svolto la sua vita professionale all’Orto botanico di Siena. Nell’occasione saranno esposti anche preziosi e rari libri antichi di argomento botanico conservati nella biblioteca dell’Accademia dei Fisiocritici. La mostra prevederà infine un percorso tattile e olfattivo per ipovedenti e non vedenti.

L’iniziativa è è realizzata grazie alla collaborazione tra Simus (Sistema museale universitario senese), il Comune di Siena e l’Accademia dei Fisiocritici. Sarà possibile visitare la mostra fino al fino al 29 dicembre 2017 negli orari di apertura ordinaria e straordinaria del Museo di Storia naturale dell’Accademia dei Fisiocritici.